I VINCITORI DI ARNO STREAM FEST 2015 CONCORSO INTERNAZIONALE

CONCORSO INTERNAZIONALE ARNO STREAM FEST 2015

PRIMI CLASSIFICATI

La II Edizione di Arno Stream Fest, dopo la selezione di ben 280 corti arrivati da tutto il mondo,  si è conclusa con la consueta serata di proiezione  e giuria dal vivo alla Sala Blu di Signa, ed oltre ai due premi Miglior Cortometraggio e Miglior Idea si è aggiunto quest’anno il premio del pubblico che ha votato in sala.

I vincitori sono stati:

Miglior Cortometraggio

“La valigia” di Pier Paolo Paganelli, uno splendido, struggente lavoro in animazione con la voce di Roberto Herlitzka che vede come protagonista un anziano che ripercorre la sua vita come se fosse un mosaico temporale.

Miglior Idea

“Due piedi sinistri” di Isabella Salvetti, un fresco, edificante cortometraggio che vede come protagonisti un ragazzino alle prese con l’handicap di una ragazza sulla sedia a rotelle. L’ironia, l’intelligenza e il messaggio positivo del corto hanno convinto e rallegrato sia  i giurati che  il pubblico che ha conferito a “Due piedi sinistri” anche la menzione speciale.

Durante la serata la giurata Giusi Merli (attrice nella Grande Bellezza) ha letto una serie di citazioni sul cinema che Firenze Film ha dedicato a tutti i partecipanti al concorso. Gli altri giurati sono stati Francesco Faralli,  regista e autore, Matteo Laguni, direttore della fotografia e produttore emergente con Black Oaks, Paolo Baldini, direttore marketing e comunicazione per distribuzioni cinematografiche, tra cui Rai, BBC e Istituto Luce.

Un particolare ringraziamento va a Sara Ambra, Vicesindaco di Signa e a Federico Gori dell’associazione Short Movie Man Studios, che ha curato la regia tecnica dell’evento.

Il concorso, patrocinato dal Comune di Signa ha ottenuto il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi, della Proloco di Signa, della Sezione Soci Coop Le Signe e di Sogno Intimo.

La serata di premiazione è stata patrocinata dalla Regione Toscana e dal Comune di Signa. Il media partner di Arno Stream Fest 2015 è Affaritaliani.it

foto-asf-2-mod

Nella foto (da sinistra):

Paolo Baldini, Francesco Faralli, Giusi Merli, Manuela Critelli (Presidente Firenze Film), Andrea Rapallini (Firenze Film), Elena Polverosi (Firenze Film), Matteo Laguni.

Arno Stream Fest 2015 FINALISTS!

Ecco finalmente, i titoli dei 10 cortometraggi finalisti che si contenderanno i due premi! / Here, finally, the titles of the 10 short films finalists who will vie for the two awards!

Per la categoria Miglior Idea Low Budget / For the Best Low Budget Ideas category:

– Cogas (di Michela Anedda)
– Due piedi sinistri (di Isabella Salvetti)
– Ignorance (di Andrea Lorenzini)
– Le scimmie sulla schiena (di Federico La Rosa)

Per la categoria Miglior Cortometraggio / For the Best Short Film category:

– Biodiversidad (di Guillermo Chapa)
– La smorfia (di Emanuele Palamara)
– La valigia (di Pier Paolo Paganelli)
– L’impresa (di Davide Labanti)
– Safari (di Gerardo Herrero)
– Thriller (di Giuseppe Marco Albano)

Vi aspettiamo numerosi sabato 13 giugno presso la Salablu di Signa (Via degli Alberti 11) ore 21.oo per la serata di proiezione e premiazione! / We wait for Saturday, June 13 at the Salablu, Signa (Via degli Alberti 11) at 21.oo for the evening screening and awards ceremony!

Al link seguente è possibile scaricare la lista dei 280 cortometraggi iscritti alla Seconda Edizione di Arno Stream Fest: Lista iscritti Arno Stream Fest 2015

At the following link you can download the list of 280 short films entered in the Second Edition of Arno Stream Fest: List short films registered Arno Stream Fest 2015

 

Lista iscritti Short Films Arno Stream Fest 2015

Al link seguente è possibile scaricare la lista dei 280 cortometraggi iscritti alla Seconda Edizione di Arno Stream Fest, nella seconda metà di maggio pubblicheremo la lista dei cortometraggi finalisti che saranno proiettati alla serata di premiazione il 13 giugno 2015 alla Sala Blu di Signa (FI) Via degli Alberti 11.

Lista iscritti Arno Stream Fest 2015

At the following link you can download the list of 280 short films entered in the Second Edition of Arno Stream Fest, in the second half of May we will publish the list of the finalists short films that will be shown at the awards ceremony June 13, 2015 at the Sala Blu of Signa (FI) Via degli Alberti 11.

List short films registered Arno Stream Fest 2015

Aperto bando Arno Stream Fest 2015 fino al 31 Marzo!

bandiera inghilterra

 

English version


LOGO-ARNO-STREAM-FEST-2015-png

Eccoci finalmente alla seconda edizione di Arno Stream Fest! L’anno scorso per la prima edizione l’organizzazione è rimasta molto soddisfatta perché c’è stata grande partecipazione al concorso, 251 i corti pervenuti da tutta Italia, dall’Europa e anche oltre.

La serata di premiazione con la giuria di professionisti del settore è stata davvero emozionante, era bello stare insieme a commentare i corti, scambiarsi idee, opinioni, scommettere sui vincitori. L’entusiasmo degli spettatori ci ha fatto molto piacere, tanto che quest’anno daremo loro la possibilità di votare per conferire una menzione speciale simbolica, per renderlo ancora più partecipe.

Il nostro concorso nasce da una semplice idea, creare un festival di cortometraggi che possa servire a far conoscere e premiare i registi di talento, anche quando hanno pochi mezzi a disposizione e quindi non riescono ad eguagliare le prestazioni di altri. Infatti, oltre al Premio per il Miglior Cortometraggio (500 euro), Arno Stream Fest conferisce il Premio per la Migliore Idea (500 euro), qualcosa che colpisca per l’originalità della storia, della tecnica o degli espedienti utilizzati. Un racconto in cui si intraveda insomma il seme di qualcosa che può crescere se alimentato.

Oggi 11 Gennaio 2015 Firenze Film A.p.s. apre il bando del secondo anno, l’ISCRIZIONE è GRATUITA, qui sotto potete scaricare il regolamento e le schede d’iscrizione, sul sito e sulle pagine Facebook di Arno Stream Fest e Firenze Film potete seguire le novità, in attesa della serata di premiazione!

Regolamento Arno Stream Fest 2015

SCHEDA DI ISCRIZIONE 2015

SCHEDA DI ISCRIZIONE ISTITUTI 2015

Tirando le somme sulla prima edizione di Arno Stream Fest

01

Firenze Film A.p.s. ha organizzato la prima edizione di Arno Stream Fest, concorso internazionale per cortometraggi, la cui serata di premiazione si è svolta il 17 maggio 2014 presso la Salablu del Comune di Signa (FI).

12

Sala Blu a Signa (FI) durante la serata di Arno Stream Fest

Hanno partecipato al concorso 251 cortometraggi, dei quali sono stati selezionati 12 finalisti, proiettati alla serata, e premiati due vincitori. I premi della prima edizione di Arno Stream Fest sono stati il Miglior Cortometraggio e la Miglior Idea, entrambi da 500 euro. La particolarità del concorso è il premio Miglior Idea che va ad un cortometraggio che è stato evidentemente realizzato con un budget limitato e che quindi presenta dei limiti qualitativi, ma che mostrando una buona idea cinematografica e professionalità merita comunque un riconoscimento, che normalmente non riesce ad avere. Abbiamo anche ricevuto cortometraggi con attori famosi come Margherita Buy, Sergio Rubini, Alessandro Haber e altri, ma nonostante la bravura degli attori e l’affetto che proviamo per loro, abbiamo deciso di selezionare obiettivamente i cortometraggi che ritenevamo i migliori.

23

Francesco Faralli membro della giuria, Manuela Critelli Presidente dell’associazione di promozione sociale Firenze FILM che ha organizzato l’evento, Eleonora Rindi presentatrice, Andrea Rapallini e Elena Polverosi membri di Firenze Film e Jean-Philippe Pearson membro della giuria. — presso Sala Blu.

La serata è stata presentata da Eleonora Rindi che l’associazione ringrazia, laureata in Scienze dello Spettacolo ed ex alieva della Scuola di Musical Arteinscena, oltre che cantante ed autrice per la colonna sonora del film “Un fantastico via vai” di Leonardo Pieraccioni, aveva già avuto esperienze come presentatrice per il festival per cortometraggi “Pistoia corto film” (Roberta Mucci Productions) e il festival canoro “50 anni e dintorni”, Montecatini Terme. L’associazione ringrazia anche il tecnico della serata Federico Gori, presidente dell’associazione Short Movie Man Studio ed i collaboratori Elias Goddi e Federico Loddo che lavorano entrambi nel campo cinematografico ed hanno contribuito all’organizzazione della serata di Arno Stream Fest.

L’associazione vuole ringraziare tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione del festival ma in particolare l’Assessore alle Politiche Giovanili Federico La Placa che ha da subito creduto nel festival e ci ha aiutati a farlo partire e portarlo avanti

Alla serata di premiazione era presente una giuria di esperti del settore: Paolo Bambagioni Consigliere Regionale che fa parte del consiglio amministrativo della Fondazione Alimondo Ciampi ed è promotore del premio “Sorelle Gramatica, il tempo perduto e ritrovato”, istituito nel 1998, per cinema e teatro. Jean-Philippe Pearson, attore, sceneggiatore e regista canadese residente in Provincia di Firenze. Vincitore di vari premi internazionali sia per film che in Canada hanno grandissimo successo al botteghino, che per cortometraggi in festival italiani. Francesco Faralli Videomaker diplomato all’Accademia Internazionale per le Arti e le Scienze dell’Immagine de L’Aquila, con i suoi lavori è vincitore di vari premi in festival per cortometraggi e spot come il festival “Switch Off” e il “CineChildren International Film Festival”.

Due giurati non erano presenti per motivi di lavoro ma hanno contribuito alla serata con video e recensioni personali dei cortometraggi finalisti che sono state molto apprezzate dal pubblico e dagli autori: Giusi Merli Attrice eclettica e versatile, ha lavorato in Italia e all’estero con svariati registi teatrali. Nel cinema l’esperienza più importante è con Sorrentino ne “La Grande bellezza” vincitore dell’Oscar per il Miglior Film Straniero 2014, in cui interpreta “La Santa”. Federico Berti, autore e giornalista, si occupa di spettacolo e cultura per il quotidiano La Nazione, dal 1990 conduce il programma “Grande cinema”, da due anni è docente di storia del cinema italiano e dal 2014 collabora con il carcere della Dogaia di Prato, realizzando proiezioni.

I vincitori sono stati due cortometraggi dalle tematiche impegnate: per la categoria Miglior Cortometraggio ha vinto un’opera iraniana, di Ali Asgari che vive a Roma, dal titolo “More than two hours”, una storia drammatica di una coppia di innamorati che deve fare i conti con le assurde leggi del proprio paese, e per la categoria Miglior Idea un’opera di Marco di Gerlando, italiano invece di Genova, che ha vinto con “Nella tasca del cappotto”, una piccola favola a lieto fine ma dal messaggio forte e inaspettato.

vlcsnap-2014-05-02-21h12m36s201

“More than two hours” di Ali Asgari Premio al Miglior Cortometraggio

vlcsnap-2014-05-02-15h31m40s229

“Nella tasca del cappot” di Marco di Gerlando Premio alla Miglior Idea

Durante la serata erano anche presenti alcuni registi e membri del cast dei cortometraggi finalisti arrivati da Roma, che hanno potuto usufruire di alcune convenzioni con alberghi e ristoranti locali.

Il concorso, patrocinato dal Comune di Signa ha ottenuto il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi e della Sezione Soci Coop Le Signe. La serata di premiazione invece aveva il patrocinio sia del Comune di Signa che della Regione Toscana.

La serata è stata piena e piacevole, la sala era piena e lo è rimasta fino alla fine, abbiamo infatti avuto un riscontro positivo dal pubblico, che è rimasto molto colpito dall’alta qualità dei cortometraggi. Siamo molto contenti di questo dato che l’obiettivo primario per cui è nato il festival è far conoscere il cortometraggio come forma artistica particolarmente espressiva e dove è possibile scovare i nuovi talenti registici emergenti.

I commenti sui corti finalisti del critico cinematografico Federico Berti

L’associazione ringrazia il critico cinematografico Federico Berti, membro della giuria del festival, per aver scritto queste piccole recensioni sui cortometraggi finalisti di Arno Stream Fest.

Candidati per la Migliore Idea

1)      NELLA TASCA DEL CAPPOTTO di Marco di Gerlando

Lavorare con i bambini è impresa difficilissima per qualsiasi regista. Stavolta l’autore entra in punta di piedi nel mondo fantasioso ed affascinante dell’infanzia. Un eccellente lavoro di montaggio che si sposa perfettamente con un ritmo crescente fino alla sequenza finale che nobilita il messaggio contenuto nel film.

2)      AMORE DI MAMMA di Sara Spinelli

“Un figlio è un arma contro la crisi, non un peso”. Potrebbe essere una frase contenuta in una video inchiesta che racconta le difficoltà delle giovani coppie nel diventare genitori. Invece è un corto originale che arriva al cuore dello spettatore Con il pregio della sintesi e del paradosso.

3)      MATILDE di Vito Palmieri

Il mondo dell’infanzia visto attraverso gli occhi di Matilde. I suoi sguardi celano un piccolo segreto che l’autore sa svelare nel momento giusto. Poche parole, molte immagini attente e curate, grazie ad una regia che non dimentica mai il particolare. Matilde è una piccola poesia raccontata in cinema.

4)      LA QUARTA DIMENSIONE di Davide Salucci

Originale, stravagante, coraggioso; per l’argomento trattato e per lo stile scelto, come il vero cinema d’autore sa fare. La quarta dimensione rinuncia da subito all’immagine in movimento, re-inventando un personale linguaggio cinematografico che si priva persino del colore. Tra il bianco e il nero, una lunga serie di sfumature per raccontare un’anima tormentata

5)      L’AMORE CORTO di Valentina Vincenzini

Non è affatto corto l’amore che l’autrice nutre nei confronti del cinema. Dieci minuti per raccontare le difficoltà di chi ha deciso di esprimersi attraverso la settima arte. Con ironia e con l’estrema abilità di giocare con il mezzo cinematografico, un atto d’amore che si trasforma in un manuale di sopravvivenza per i giovani artisti che hanno talento

Candidati per il Miglior Cortometraggio

1)      ISACCO di Federico Tocchella

Un affascinante mix tra cinema ed animazione, con l’utilizzo di materiali “poveri” come vuole la migliore tradizione di una volta. Il maggior pregio del regista è stato quello di capire il talento naturale del bambino protagonista e su questo costruire l’identità del cortometraggio. Non meno bravi gli altri attori capaci di trasmettere le emozioni con soli pochi piccoli gesti.

2)      EHI MUSO GIALLO di Pierluca Di Pasquale

Un vero e proprio omaggio ai film di genere; thriller, noir, gangster movie, i riferimenti ci sono tutti. Con grande attenzione ai particolari, alle scenografie che trasmettono inquietudine ed angoscia. Un racconto dentro un racconto. Sarà verità o finzione ? Ottima regia e ottima performance degli attori protagonisti.

3)      AMERICA di Alessandro Stevanon

“Io sono il primario del reparto eternità”. A pronunciare questa frase, una voce fuori campo che arriva dal profondo di un’anima ferita che si confessa in tutti gli aspetti più intimi. Il racconto di una vita qualunque e anonima trasformata sapientemente in un qualcosa di emozionante. Un racconto tragico e amaro che fa della normalità un cortometraggio fuori dal normale.

4)      MORE THAN TWO HOURS di Ali Asgari

Con una sceneggiatura scarna di parole, con uno stile registico da cinema verità, l’autore tocca il cuore dello spettatore. Quindici minuti per riflettere sulla condizione femminile in un paese lontano. Un piccolo grande film dal grande significato morale, civile, politico e sociale.

5)      ZWEIBETTZIMMER di Fabian Giessler

Quando l’animazione è grande, il risultato è grande cinema. In pochi minuti una metafora sulla vita e sulla morte. Sulla grande capacità dell’essere umano di sviluppare creatività e fantasia. E con quel pizzico di ironia che da un valore aggiunto, come anche il taglio particolare delle immagini, dei colori e delle atmosfere.

6)      CI VUOLE UN FISICO di Alessandro Tamburini

Con assoluta padronanza del mezzo cinematografico, supportato da una sceneggiatura convincente, il regista ironizza sui piccoli e grandi tormenti dell’era moderna: riuscire ad incontrare la persona giusta nel momento giusto, accettarsi con le proprie imperfezioni e con qualche chilo di troppo. Ma la vera forza del film sta nel talento naturale dell’attrice protagonista.

7)      FRATELLI MINORI di Carmen Giardina

9 maggio 1978. Uno dei giorni più tristi della storia d’Italia. Il corpo di Aldo Moro viene ritrovato in via Caetani. A qualche centinaio di chilometri più a sud, la terribile scoperta dell’uccisione di Peppino Impastato. Un gruppo di militari dimenticati vive con sgomento quel giorno. Ansia e angoscia, tensioni e rabbia sapientemente raccontati dall’autore.

Vincitori prima edizione Arno Stream Fest

12

Ieri sera si è svolta la serata di premiazione della prima edizione del nostro Festival. E’ stata una serata piena ed emozionante. Ringraziamo tutti per la partecipazione, specialmente gli autori dei corti che sono intervenuti.

Un ringraziamento speciale alla presentatrice della serata Eleonora Rindi, al tecnico della sala Federico Gori, alla fotografa Eleonora Rossi, a Federico Loddo ed Elias Goddi.

Ringraziamo i membri della giuria per la loro disponibilità e professionalità, il Comune di Signa e la Regione Toscana per averci sostenuto ed aiutato, la Fondazione Alimondo Ciampi e la Sezione Soci Coop Le Signe per il loro fondamentale contributo.

Ci teniamo a fare i complimenti a tutti i finalisti, poiché i loro cortometraggi sono stati molto apprezzati dal pubblico e dalla giuria, che ha avuto un compito molto difficile.

Vi terremo informati su eventuali serate di proiezioni organizzate dall’associazione Firenze Film, augurandoci di rivederci l’anno prossimo

 

Ecco i due vincitori che ringraziamo per la partecipazione e a cui facciamo tanti complimenti e auguri per il loro futuro artistico e lavorativo.

PREMIO PER MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

MORE THAN TWO HOURS di Ali Asgari

GUARDA TRAILER SU YOUTUBE

vlcsnap-2014-05-02-21h12m36s201

Una breve recensione del critico cinematografico Federico Berti, membro della nostra giuria:

Con una sceneggiatura scarna di parole, con uno stile registico da cinema verità, l’autore tocca il cuore dello spettatore. Quindici minuti per riflettere sulla condizione femminile in un Paese lontano. Un piccolo grande film dal grande significato morale, civile, politico e sociale.

 

PREMIO MIGLIOR IDEA

NELLA TASCA DEL CAPPOTTO di Marco Di Gerlando

GUARDA TRAILER SU YOUTUBE

vlcsnap-2014-05-02-15h31m40s229

Una breve recensione del critico cinematografico Federico Berti, membro della nostra giuria:

Lavorare con i bambini è impresa difficilissima per qualsiasi regista. Stavolta l’autore entra in punta di piedi nel mondo fantasioso ed affascinante dell’infanzia. Un eccellente lavoro di montaggio che si sposa perfettamente con un ritmo crescente fino alla sequenza finale che nobilita il messaggio contenuto nel film.

RASSEGNA STAMPA SULLA SERATA

La Nazione Firenze

Piana Notizie

MET

Serata di premiazione Arno Stream Fest 17 Maggio

Manifesto-serata-sito

Questo sabato, 17 maggio, ci sarà la serata di proiezione dei 12 finalisti del concorso e premiazione dei vincitori per la categoria Miglior Cortometraggio e Miglior Idea.

Saranno presenti alcuni registi e membri dei cast tecnici, oltre ai membri della giuria e i rappresentanti di Firenze Film e dei vari partners.

Vi aspettiamo!

Convenzioni per partecipanti Arno Stream Fest

Convenzioni per i partecipanti alla serata di premiazione di Arno Stream Fest:

– b&b www.eurohomesigna.it (Signa) camera doppia 65 euro con colazione.

– Eurotravel Bed and Car S.r.l. tel 055 8722120 / 8722985 www.bedandcar.it, (Lastra a Signa) camera singola 40 euro, doppia 50, tripla 70 con colazione. Prezzo ridotto per gruppi di almeno 10 persone

– Trattoria La Panoramica “Detto Il Rospo”
V. Berti, 62
50058 Signa (FI)
Tel: 055.8734404  –  Fax: 055.8792952

Cena 8 euro, vicinissimo alla Salablu

Cortometraggi finalisti di Arno Stream Fest

Ecco finalmente il momento che i registi (ed i loro colleghi collaboratori) dei 251 corti iscritti alla prima edizione di Arno Stream Fest stavano aspettando. Ci dispiace avervi fatto aspettare ma la selezione è stata davvero lunga ed intensa.

Complimenti a tutti i partecipanti, ci è dispiaciuto molto dover escludere altri che avrebbero meritato di essere in finale, continuate a coltivare la vostra passione, un saluto e un in bocca al lupo a tutti, ci vediamo sabato 17 maggio per la premiazione!

 

I CORTOMETRAGGI FINALISTI DI ARNO STREAM FEST

CANDIDATI MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

AMERICA

di Alessandro Stevanonvlcsnap-2014-05-07-00h30m05s105

Una vita vissuta in un altro cortile, un altro mondo, a un passo dall’eternità. Ritratto drammatico e surreale di Giuseppe Bertuna, detto Pino America.
CI VUOLE UN FISICO

di Alessandro Tamburinivlcsnap-2014-05-02-22h45m19s15

L’incontro di due esseri umani che si credono imperfetti. Viaggio nella Roma notturna alla ricerca della giusta chiave per la loro serenità.
EHI MUSO GIALLO

di Pierluca di Pasqualevlcsnap-2014-05-02-11h23m02s202

Un ragazzo si risveglia nella cucina buia di un ristorante. Di fronte a lui una donna di origini asiatiche che gli infligge una lezione non solo morale.
FRATELLI MINORI

di Carmen Giardinavlcsnap-2014-05-07-07h30m12s97

Enzo, Vittorio e Antonio, tre militari di leva, sono impegnati da settimane in un posto di blocco lungo una strada dove non passa anima viva. E’ il 9 maggio 1978. Fratelli minori è la storia di quella lunga giornata che cambierà l’Italia per sempre.
ISACCO

di Federico Tocchellavlcsnap-2014-05-02-21h50m07s187

Un bambino gioca in un parco con dei pupazzi di plastilina. Inventa e racconta storie. Il suo pupazzo preferito si chiama Isacco. Isacco è felice perché andrà in montagna con suo padre.
MORE THAN TWO HOURS

di Ali Asgarivlcsnap-2014-05-02-21h12m36s201

Sono le tre del mattino, un ragazzo e una ragazza vagano per la città. Cercano un ospedale che si prenda cura della ragazza, ma trovarlo è molto più difficile di quanto pensino.
ZWEIBETTZIMMER

di Fabian Giesslervlcsnap-2014-05-02-21h06m46s35

Due anziani signori sono ricoverati un una stanza di ospedale. Solo uno di loro può guardare fuori dalla finestra.

 

CANDIDATI MIGLIOR IDEA

 

AMORE DI MAMMA

di Sara Spinellivlcsnap-2014-05-02-21h02m31s23

Fare un figlio ai tempi della crisi.
L’AMORE CORTO

di Valentina Vincenzinivlcsnap-2014-05-02-15h26m26s145

I sogni e i problemi di una giovane coppia di italiani a New York. La storia d’amore tra Giulia e Lorenzo è lo spunto per una ironica e divertente riflessione riguardo alcuni aspetti del vivere contemporaneo.
LA QUARTA DIMENSIONE

di Davide Saluccivlcsnap-2014-05-06-23h48m31s208

Una ragazza si sottopone a degli esperimenti per viaggiare nel tempo perché sogna di danzare alla prima del Gran Teatro di Mosca.
MATILDE

di Vito Palmierivlcsnap-2014-05-07-19h45m56s176

Matilde è una bambina vivace e dalla personalità spiccata, tra i banchi di scuola però c’è qualcosa che sembra turbarla. Matilde cerca una soluzione sorprendente per ritrovare la serenità.
NELLA TASCA DEL CAPPOTTO

di Marco di Gerlandovlcsnap-2014-05-02-15h31m40s229

Luca è un bambino molto introverso, i suoi unici amici sono Re Beniamino e lo scudiero Spartaco, due marionette con le quali deve difendere il suo regno dall’arrivo del crudele “Mangiaprincipesse”.